GRECIA-UE | 13 Luglio 2015

C’è l’intesa: «Ora Tsipras segua le regole»

Trovata l’intesa nel negoziato UE-Grecia. Weber, presidente del Gruppo Pppe: «Tsipras ha distrutto fiducia tra i partner. Adesso dovrà mostrare una chiara volontà di portare avanti le riforme che devono essere strutturali, profonde e ambiziose»

di REDAZIONE

Intesa trovata: oltre 80 miliardi alla Grecia che in 48 ore deve dare segnali concreti all’Unione Europea e, soprattutto, alla Germania di Angela Merkel. 

Tsipras deve far approvare aumenti dell’Iva inclusi quelli su molte categorie di alimenti, aumentare contributo sanitario su tutte le pensioni dal 4% al 6%, istituire un nuovo codice di procedura civile che acceleri i tempi e l’efficienza dei tribunali, salvaguardia l’autonomia dell’ufficio statistico greco Elstat, tagliare la spesa secondo procedure automatiche se non si centrano gli obiettivi di bilancio, ricevere immediatamente la direttiva europea sulla ‘risoluzione’ delle banche.

Il Gruppo PPE accoglie con favore l'accordo trovato al vertice euro oggi sulla Grecia. «La posizione di compromesso difeso dal Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker è stato finalmente successo. Questa è una buona notizia per l'Europa nel suo insieme» ha detto Manfred Weber, presidente del Gruppo PPE.

«I principi europei restano invariati però. Le regole devono essere seguite. E’ un punto essenziale per il Gruppo PPE». Weeber ripercorre il negoziato che ha impegnato i vertici comunitari e il governo greco negli ultimi mesi. «Il primo ministro Tsipras e il suo governo hanno distrutto una parte rilevante di fiducia tra i partner della Grecia. Per riconquistare la fiducia, adesso dovrà mostrare una chiara volontà di portare avanti le riforme che devono essere strutturali, profonde e ambiziose. L'accordo di oggi non è la conclusione, è solo l'inizio di un lungo cammino davanti a noi».


REDAZIONE

L'Informatore - Quotidiano liberale

Organo di informazione dell'Associazione culturale "Civitas"

redazione@informatore.eu

AUTORI

COMMENTI

Non ci sono commenti per questo articolo.