PMI VINCENTI | 01 Ottobre 2015

Cosmetica, il successo di Landoll e Nashi Argan

Crema, la Landoll si aggiudica il Cosmetic Award, il prestigioso premio italiano della cosmetica. Il racconto di Paolo Bergami e Fabrizio Ascoli: «Il nostro investimento è stato limitato eppure abbiamo realizzato una campagna di successo»

di REDAZIONE

CREMA - Sono due imprenditori cremaschi, Fabrizio Ascoli e Paolo Bergami, ad essersi aggiudicati il prestigioso premio italiano della cosmetica, Cosmetic Award, nato come risposta dell’associazione nazionale delle imprese cosmetiche alla volontà di riconoscere, valorizzare e potenziare la reputazione del settore, con particolare attenzione alle giovani imprese. 

Gli Award, suddivisi in tre categorie - multinazionali, grandi aziende italiane, piccole e medie imprese – ha visto per quest’ultima vincitore Landoll.

L’Associazione nazionale delle imprese cosmetiche ha presentato i finalisti martedì 29 settembre 2015, la giuria ha valutato le innovazioni sulla base di due parametri: mix di utilizzo dei mezzi di comunicazioni classici/digitali ed innovazione della comunicazione.

Il progetto di comunicazione proposto da Landoll per lo sviluppo del brand Nashi Argan è stato incentrato sull’utilizzo dei social media in integrazione con i mezzi di comunicazione tradizionali (adv, stampa). Dal passaparola sulla rete al passaggio in negozio, l’azienda ha saputo creare un percorso di conoscenza e fidelizzazione al brand. Ha generato engagement sul brand ed attirato persone nel concept store.

La strategia e la creatività sono due elementi cardine di una buona comunicazione, ma spesso le piccole aziende non possono dotarsi di budget sostanziosi, come ha raccontato Fabrizio Ascoli, titolare di Landoll: «Il nostro investimento è stato estremamente limitato eppure abbiamo realizzato una campagna di successo, e il nostro orgoglio più grande è avere fatto tutto internamente, senza esserci rivolti a un’agenzia pubblicitaria».

 

L'incredibile storia di Landoll Srl 

Landoll srl, fondata a Milano nel 1966 e proprietaria del brand Nashi Argan, rappresenta un’eccellenza del Made in Italy nel settore cosmetico professionale, con il proprio core business rappresentato dai prodotti per capelli declinati nelle categorie Haircare, Colorazione e Styling&Finish. Landoll distribuisce i propri trattamenti in Italia attraverso una rete diretta di distributori ed agenti, mentre all’estero opera tramite business partners rigorosamente selezionati, arrivando ad essere presente in oltre 42 paesi in tutto il mondo per un totale di circa 20.000 saloni autorizzati.

Cruelty-free è da sempre attenta alle tematiche ambientali, la società dimostra il suo impegno etico e sociale operando nel massimo rispetto della natura: tutto il packaging è ad impatto zero grazie all’utilizzo di materiali 100% riciclati e riciclabili, mentre il completamento del nuovo impianto fotovoltaico, attivo dal 2012 nel sito produttivo lombardo, permette un ridotto utilizzo di combustibili fossili ed un aumento dell’efficienza energetica. 

Per tutto il 2015, Landoll ha deciso di aderire al programma di membership aziendale del FAI Corporate Golden Donor: una scelta dettata dalla volontà di contribuire a far rinascere, sviluppare e vedere valorizzato il nostro Paese e le sue risorse. A fianco del Fondo per l’ambiente italiano, il brand Nashi Argan desidera essere parte attiva di un grande progetto di tutela che è anche un’ambiziosa sfida culturale: fare dell’Italia un luogo più bello dove vivere, lavorare e crescere i nostri figli. 

 

Il successo di Nashi Argan

Nashi Argan è il brand di prodotti creati da Landoll per rispondere alle esigenze di ogni donna con semplicità ed efficacia, regalando a qualunque tipo di capello setosità, lucentezza, pettinabilità e disciplina. Nashi Argan, con le sue esclusive formule arricchite da una combinazione di preziosi elementi naturali di origine biologica (Argan Spinosa Kernel Oil e Olio di Lino certificati), permette a tutti di ottenere una piega perfetta anche a casa.


REDAZIONE

L'Informatore - Quotidiano liberale

Organo di informazione dell'Associazione culturale "Civitas"

redazione@informatore.eu

AUTORI

COMMENTI

Non ci sono commenti per questo articolo.