FONDO FORMAZIENDA | 24 Ottobre 2016

Divario Nord e Sud: la via della formazione

Secondo il direttore generale del Fondo Formazienda Rossella Spada, gli investimenti in conoscenza sono lo strumento privilegiato per colmare il gap tra Nord e Sud Italia

di REDAZIONE

Non è solo dal punto di vista economico che si vede in Italia il divario tra Nord e Sud. Al di là infatti degli aspetti più strettamente collegati alle diverse condizioni, il punto essenziale che crea una gap è relativo al problema degli investimenti in conoscenza, ed in particolare in formazione continua. Un elemento che più di ogni altro può permettere alle zone più disagiate del paese di emergere dal loro arretramento e diventare più competitive dal punto di vista economico.

Ed è proprio sul punto essenziale della formazione continua che Rossella Spada, direttore generale del Fondo Formazienda, pone l'accento. Formazienda è uno dei fondi interprofessionali per la formazione continua più dinamici in Italia, e con il maggior tasso di crescita negli ultimi anni. Uno strumento indispensabile per permettere lo sviluppo delle imprese, e quindi anche lo sviluppo dei territorio.

Ma in che modo la formazione finanziata dai fondi può migliorare la situazione di divario tra Nord e Sud? «Purtroppo l’investimento in conoscenza delle imprese è ancora condizionato dalle caratteristiche strutturali del sistema produttivo che favoriscono le grandi aziende del Nord», spiega Rossella Spada. «Ed è per questo che Formazienda ha ideato strumenti efficaci ed efficienti a prescindere della struttura dimensionale delle imprese. Nondimeno, la durata temporale del ritorno atteso dagli investimenti intangibili delle imprese cresce con l’aumentare della dimensione dell’impresa. Inoltre, è un dato di fatto che al Sud si concentrano i valori più bassi in tutte le tipologie d’investimento intangibile. L’auspicio del Fondo è, pertanto, quello di contribuire in maniera significativa a colmare anche questo divario territoriale».

Per questo motivo le azienda che decidono di aderire a Formazienda possono avere una marcia in più rispetto a tanti altri competitor, e per di più a costo zero. «Aderire al Fondo Formazienda», spiega infatti Rossella Spada, «è semplice e non comporta alcun costo per l’impresa. È suffi ciente inserire il codice Form nella denuncia contributiva e retributiva mensile (modello Uniemens). L’adesione, ricordiamo, può essere espressa anche da parte delle aziende agricole (modello Dmag). Il Fondo Formazienda accoglie il contributo versato dalle imprese sia per i dipendenti sia per le figure dirigenziali. Per ulteriori informazioni circa le modalità di adesione si può visitare il nostro sito e prendere contatti con i nostri uffici».


REDAZIONE

L'Informatore - Quotidiano liberale

Organo di informazione dell'Associazione culturale "Civitas"

redazione@informatore.eu

AUTORI

COMMENTI

Non ci sono commenti per questo articolo.