ECONOMIA UE | 04 Novembre 2014

''Fragile'' Italia

Il documento della Commissione europea sulle previsioni economiche d'autunno delineano ancora una volta un quadro difficile per il nostro Paese

di REDAZIONE

Confermata la contrazione per il 2014, ridotta la stima di crescita per il 2015. Una ripresa che viene definita «tiepida» e «fragile», che da una previsione dell'1,6% viene ora ridotta allo 0,6%. Questo il punto più delicato dello scenario economico per l'Italia contenuto nel documento «European Economic Forecast» redatto dalla Commissione europea. Il tutto, va detto, all'interno di un generale ridimensionamento delle stime di crescita per l'intera eurozona.

 

Indebitamento e disoccupazione

Ma l'Italia, oltre a questo dato, deve ancora una volta aggiungere l'alert sulla situazione del proprio deficit. Quest'anno il rapporto deficit/Pil sarà al 3%, limite massimo oltre il quale scatta la procedura di infrazione europea. Per il 2015 la stima di Bruxelles è del 2,7%, un decimale in più rispetto al 2,6 previsto dall'Italia. Ma quel che preoccupa è il picco dell'indebitamento, che nel 2015 toccherà la soglia del 133,8% del Pil. Inoltre, sempre secondo la Commissione, il tasso di disoccupazione italiano «resta elevato»: 12,6% nel 2014 e 2105.

 

Il caso Irlanda

Se da una parte ci si può consolare col fatto che le previsioni negative non riguardano solo l'Italia ma anche molti altri paesi dell'eurozona – Germania inclusa, che vedrà calare la propria crescita dall'1,3% del 2014 all'1,1% del 2015 – bisogna però rilevare il fatto che il metro di giudizio europeo non porta a un voto negativo per tutti. Basta guardare al caso Irlanda, che registrerà un + 3,6% nel 2015, tanto da far esplodere il rigoroso (e rigorista) Katainen in un caloroso «congratulazioni Irlanda!». Come a dire: la strada per uscire dalla situazione negativa c'è, basta fare le scelte giuste. Buone notizie anche per la Grecia, che supererà la media Ue con un + 2,9%.

 

(Qui sotto le pagine del documento relative all'Italia)

 


REDAZIONE

L'Informatore - Quotidiano liberale

Organo di informazione dell'Associazione culturale "Civitas"

redazione@informatore.eu

AUTORI

COMMENTI

Non ci sono commenti per questo articolo.