FORMAZIONE CONTINUA | 16 Gennaio 2017

L'opportunità di scegliere un Fondo

Nonostante i tagli governativi è importante che le imprese aderiscano a un Fondo interprofessionale. Rossella Spada (Formazienda): «Oggi più che mai siamo i primi partner delle imprese»

di REDAZIONE

I Fondi interprofessionali godono di ottima salute. E tra essi si distingue in modo particolare il Fondo Formazienda, che anche nel corso del 2016, così come già accaduto nell'anno precedente, ha confermato percentuali di crescita da record, sia come numero di imprese aderenti che come numero di dipendenti. «Un risultato sicuramente positivo che ci riempie di soddisfazione», dichiara il direttore generale di Formazienda Rossella Spada. «Si tratta del frutto di un lavoro portato avanti negli anni, e che ci vede come partner sicuri e affidabili per le imprese, che non per nulla continuano a sceglierci. Siamo al di sopra delle 80mila imprese, e ci stiamo avvicinando a coprire un numero di 600mila dipendenti interessati dalle attività di formazione da noi finanziate».

Ma nella vita dei fondi interprofessionali non è tutto rose e fiori. E – incredibili a dirsi – il primo ostacolo arriva niente meno che dalle decisioni che vengono prese a livello governativo. Dal 2015, infatti, ai Fondi interprofessionali viene applicato un prelievo forzoso per una cifra pari a 120 milioni di euro. Se negli anni precedenti era accaduto che un prelievo di questo genere venisse giustificato con il fatto di dover finanziare la cassa integrazione in deroga, a partire dal 2015 è il prelievo è invece diventato fisso, e giustificato semplicemente con la necessità di andare a sostenere il bilancio dello Stato.

In un contesto così complicato vale la pena continuare comunque alle imprese aderire ai Fondi e finanziare così – a costo zero – la formazione continua dei propri dipendenti? Rossella Spada ne è convintissima: «Certamente, oggi più che mai! Basti pensare che nel 2013 abbiamo avuto un aumento del 300% circa di piani formativi finanziati rispetto all’anno precedente. La domanda ha dimostrato di essere in crescita e in alcuni casi ha superato l’offerta. Questo riscontro non lo abbiamo solo noi di Formazienda, ma è un dato registrato dallo stesso ministero del Lavoro e delle politiche sociali per l’intero sistema dei fondi interprofessionali (dati Rapporto Isfol 2012-2013). Noi, nonostante tutto, e a fronte dei benefici che in questi anni hanno avuto le imprese che hanno scelto di aderire al Fondo, consigliamo l’adesione, convinti e consapevoli che le risorse sono sì ridotte, ma ci sono!»

Le modalità per aderire a Formazienda sono semplicissime, come ricorda concludendo Rossella Spada: «Contattate i nostri uffici, o visitate il sito www.formazienda.com, nella pagina “Come aderire”. Noi continueremo a fornire il massimo di opportunità alle imprese che ci scelgono».


REDAZIONE

L'Informatore - Quotidiano liberale

Organo di informazione dell'Associazione culturale "Civitas"

redazione@informatore.eu

AUTORI

COMMENTI

Non ci sono commenti per questo articolo.