PENSIERO UNICO | 14 Gennaio 2015

La "correttezza" al potere

Il dominio del 'politicamente corretto', nuovo schermo dietro al quale si cela un sostanziale ritorno alla censura

di GIUSEPPE ZOLA

Ciò che principalmente sta determinando il “pensiero unico” è il politicamente corretto.

Se si va avanti secondo l’andazzo in atto, tra un po’ non si potrà più parlare di nulla, perché ci sarà sempre qualcuno che riterrà “scorretto” ciò che tu hai detto.

Il criterio in questione sta portando, adagio adagio, all’abolizione della libertà di opinione, della libertà religiosa e, con essa, della libertà di iniziativa.

Se non rimangono vigilanti, tra non molto i vescovi non potranno più proclamare l’intera dottrina cattolica sia dal punto di vista dogmatico che da quello morale, perché ogni giorno si inventa una nuova forma di “fobia”, a cui viene data, in tempi brevi, anche una veste giuridica, sicché di quella cosa non si può più parlare, pena la condanna addirittura penale.

Sebbene loro siano forse i primi a non accorgersene, ai vescovi sarà tolta la parola, come nei primi secoli, quando non si poteva non incensare l’imperatore, pena l'essere uccisi crudelmente per “imperatofobia”.

Già oggi non si può criticare serenamente l’Islam senza indurre ad attentati e omicidi; non si può parlare di famiglia senza essere tacciati di “omofobia”, con articoli infuocati e denunce penali; non si può tentare di evitare qualche aborto (come, mirabilmente, viene fatto alla Clinica Mangiagalli di Milano) senza essere accusati di voler abolire la 194; non si può appendere un crocifisso senza essere portati in Tribunale; non si può predisporre un presepe in una scuola per il timore di offendere qualcuno (ma esiste questo qualcuno?).

L’ossessione del politicamente corretto sta portando alla fine della libertà e della democrazia. La “correttezza” sarà determinata da chi è al potere.


GIUSEPPE ZOLA

Giuseppe Zola svolge la professione di avvocato a Milano. E' stato vicesindaco e assessore a Palazzo Marino.

AUTORI

COMMENTI

Non ci sono commenti per questo articolo.