PMI E GRANDI AZIENDE | 26 Gennaio 2016

«Micro e grandi aziende, la formazione è una risorsa decisiva»

Pmi, consorzi e holding. Rossella Spada: «Piani di finanziamento immediati e zero burocrazia. Qualificare e riqualificare il personale delle aziende perché vincano la sfida nei mercati di riferimento è la nostra missione»

di REDAZIONE

Dalle Pmi alla grande azienda. E’ la strategia del Fondo Formazienda, il fondo paritetico interprofessionale nazionale per la formazione continua. Spiega Rossella Spada, direttore generale: «Ci mettiamo al servizio dei nostri clienti. Finanziamo con rapidità e tempestività i programmi di formazione elaborati dalle aziende per raggiungere i loro target e obbiettivi. Tutto viene calibrato sulla base delle misure, degli standard e delle richieste specifiche delle imprese aderenti al Fondo. E’ possibile candidare piani adatti a qualsiasi dimensione aziendale, dalla micro alla grande, compresi i consorzi d’impresa e le holding».

Sono tre gli strumenti predisposti da Formazienda: il Conto Formazione di Sistema (CFS) che permette di emanare avvisi a sportello aperti tutto l’anno; il Conto Formazione Impresa (CFI), che punta a soddisfare le medie e grandi imprese; il Conto Formazione di Rete (CFR) che interessa invece le imprese legate da vincoli associativi o che perseguono obbiettivi comuni di sviluppo quali holding e consorzi. Le tipologie di finanziamento sono illustrate sul sito www.formazienda.com.

«Oggi il mercato è in continua evoluzione. Per una realtà produttiva è indispensabile realizzare azioni di qualificazione, riqualificazione, aggiornamento, adeguamento delle competenze possedute dai lavoratori dipendenti. Non è un caso che l’intero sistema dei fondi interprofessionali abbia registrato una crescita di circa l’8%. Un trend che nel caso del Fondo Formazienda è stato particolarmente positivo: nel 2014 abbiamo avuto un incremento di adesioni di circa il 50% rispetto all’anno precedente». 

Prosegue Rossella Spada: «Siamo pronti ad accogliere gli input che arrivano dalle varie realtà, ognuna con finalità e metodologie produttive differenti, rispondendo in modo mirato, rispettando le prerogative caso per caso, agevolando l’accesso al finanziamento dei piani formativi nell’ottica di sviluppare piena sintonia con i nostri associati, abbattendo la burocrazia, avendo come unico obbiettivo l’efficacia e una tempistica compatibile con le sfide ingenti e complesse che oggi il mercato impone a tutti soggetti imprenditoriali, di qualsiasi dimensione essi siano». 


REDAZIONE

L'Informatore - Quotidiano liberale

Organo di informazione dell'Associazione culturale "Civitas"

redazione@informatore.eu

AUTORI

COMMENTI

Non ci sono commenti per questo articolo.