ALLARME IN EUROPA | 28 Settembre 2015

Olio d’oliva: «Tutelare i produttori europei, no a quote extra da Tunisia»

L’europarlamentare (Fi-Ppe) Pogliese sulle quote extra di olio tunisino: «Per aiutare la Tunisia non si può decidere di assestare un colpo mortale ai produttori agricoli europei e italiani»

di REDAZIONE

«Comprendo le motivazioni solidaristiche, e sono vicino al popolo tunisino duramente colpito dal terrorismo, ma per aiutare la Tunisia non si può decidere di assestare un colpo mortale ai produttori agricoli europei e soprattutto italiani». Così l’on. Salvo Pogliese, parlamentare europeo FI-PPE, commenta la proposta di legge adottata dalla Commissione europea che intende ampliare le quote d’import dell’olio di oliva tunisino in regime di esenzione fiscale.

«Quando la proposta di legge sarà trasmessa al Parlamento europeo il mio voto non potrà che essere negativo. La volontà di sostenere l’economia in Tunisia e di crearvi nuovi posti di lavoro – continua Pogliese - non può andare a discapito del comparto oleario europeo e soprattutto italiano, i cui olii sono un’eccellenza riconosciuta a livello mondiale, già duramente colpito dalla crisi economica e dai danni della Xylella».


REDAZIONE

L'Informatore - Quotidiano liberale

Organo di informazione dell'Associazione culturale "Civitas"

redazione@informatore.eu

AUTORI

COMMENTI

Non ci sono commenti per questo articolo.