IL SEGRETO DEL SUCCESSO DEL FONDO FORMAZIENDA | 09 Novembre 2015

«Qualità dei servizi. Ecco perché le imprese ci scelgono»

Il direttore Rossella Spada racconta i motivi del successo del Fondo Formazienda, le cui adesioni sono cresciute in un anno di circa il 50 per cento

di REDAZIONE

Puntare sulla formazione per uscire dalla crisi. È la ricetta messa in campo dal fondo Formazienda, uno dei fondi interprofessionali più performanti, come dimostrano i dati relativi al 2014: un aumento delle adesioni di circa il 50% rispetto all'anno precedente.

Ma perché un'impresa dovrebbe aderire a un fondo come Formazienda? Quali i vantaggi? È lo stesso direttore del Fondo, Rossella Spada, che spiega quali sono i vantaggi per le aziende: «Un’impresa non deve dimenticare che la formazione non è un optional, bensì il fondamentale alleato per la propria competitività e per i propri dipendenti. Infatti, è proprio attraverso la partecipazione attiva a percorsi formativi che entrambi (impresa e lavoratori) possono concorrere a una maggiore crescita in un mercato del lavoro sempre più dinamico. In altri termini, il valore aggiunto che Formazienda offre alle imprese è dato dalla possibilità di finanziare percorsi formativi aziendali, andando così a ridurre l’investimento che l’azienda dovrebbe attuare per curare la formazione professionale e tecnica dei propri lavoratori. Rendere accessibile la formazione significa anche consentire all’azienda di non disperdere eventuali abilità e attitudini possedute dai dipendenti, anzi di valorizzarle coinvolgendoli in percorsi formativi mirati. È in questo contesto che il ruolo svolto dal fondo interprofessionale diventa strategico».

Le opportunità sono dunque tante. Resta da capire se le imprese le stanno sfruttando. «La formazione, specialmente in questi anni di crisi», spiega ancora Rossella Spada, «ha rappresentato una vera e propria occasione di rilancio per molte aziende che, attraverso un suo utilizzo strategico, hanno provveduto a innovarsi, a sviluppare nuovi prodotti e a intercettare nuove collocazioni nei mercati internazionali. Nel 2014, il sistema dei fondi interprofessionali ha avuto, in termini di imprese aderenti, un incremento dell’8% rispetto al 2013, un dato che rende manifesta la progressiva crescita del sistema formativo italiano a supporto dell’intero tessuto economico. Formazienda, in particolare, è cresciuta del 50% sia in termini di adesioni sia in termini di piani formativi, e questo evidenzia come l’offerta di accesso ai finanziamenti ideata dal fondo risponda in modo puntuale ed efficace alle necessità delle imprese aderenti».

I dati relativi all’aumento delle imprese iscritte al Fondo, in relazione alla qualità dei servizi offerti, sono uno spunto interessante per capire il contesto economico attuale. «Nel momento in cui il Paese sta faticosamente uscendo dalla crisi, la parola d’ordine non può che essere innovare», sostiene Spada. «Questo spiega come l’innovazione, insieme con le buone prassi, sia una delle caratteristiche imprescindibili del Fondo - a tal proposito abbiamo vinto per tre anni consecutivi due importanti riconoscimenti -, oltre che una vera e propria leva strategica. Queste peculiarità, unite al costante miglioramento organizzativo e al preciso monitoraggio qualitativo».

Infine, sul versante dell'accesso ai finanziamenti, «con l’adesione a Formazienda, l’impresa può vedersi finanziati percorsi formativi per promuovere, incrementare e/o cambiare la propria realtà produttiva. A questo fine abbiamo ideato strumenti particolarmente snelli ed efficienti, modellati di volta in volta sulle esigenze delle aziende. Così, è possibile candidare piani formativi per qualsiasi impresa, dalla micro alla grande, ma anche ai consorzi di impresa e alle holding. E per ciascuna di esse vi è uno strumento che meglio di altri si confà alle proprie esigenze».


REDAZIONE

L'Informatore - Quotidiano liberale

Organo di informazione dell'Associazione culturale "Civitas"

redazione@informatore.eu

AUTORI

COMMENTI

Non ci sono commenti per questo articolo.