L’INTERVISTA A MEDIASET | 12 Marzo 2018

Salini (Fi): «Centrodestra prima forza del Paese»

Salini (Fi) a Tgcom24: «Il centrodestra ha vinto le elezioni: si parta da qui per verificare la possibilità di dare vita all’esecutivo». Sull’agenda Ue: «In Europa dobbiamo giocare una partita politica nuova, nella logica di un europeismo critico ma costr

di REDAZIONE

«Il centrodestra ha vinto le elezioni: si parta da qui per verificare la possibilità di dare vita all’esecutivo. E’ positivo che sia Matteo Salvini sia Silvio Berlusconi dicano apertamente di volersi assumere la responsabilità di assicurare un governo al Paese. A partire da contenuti precisi: quelli liberali, cattolici e legati alla cultura della patria». Lo ha dichiarato l’eurodeputato di Forza Italia Massimiliano Salini in un’intervista rilasciata a Tgcom24. 

L’esponente azzurro è intervenuto nello spazio di approfondimento pomeridiano della rete all news di Mediaset in collegamento da Valencia, dove ha organizzato un importante evento sull’innovazione tecnologica insieme al gruppo del Partito Popolare Europeo al Parlamento Ue. Proprio l’agenda politica di Bruxelles è stata tra i temi da cui ha preso le mosse l’intervista, anche alla luce delle dichiarazioni pubbliche dei commissari europei sullo stato di salute dei conti pubblici italiani. 

«L’Unione Europea non deve ostacolare provvedimenti destinati a fare ripartire i Paesi membri - sottolinea Salini - Ma non possiamo permetterci il lusso di negare ciò che dice Bruxelles: in Italia mancano segnali strutturali di un calo del debito pubblico e di un aumento del Pil. Nonostante i messaggi rassicuranti lanciati dal centrosinistra in una campagna elettorale rivelatasi fallimentare». 

Le elezioni del 4 marzo hanno indicato il centrodestra come prima area politica del Paese, ricorda l’eurodeputato azzurro, rispetto al quale tutte le forze parlamentari sono chiamate a comportarsi in modo responsabile. «Non dobbiamo inseguire né il Movimento Cinque Stelle, né il Partito Democratico, che ormai si fa anche fatica a vedere - afferma Salini riferendosi al crollo del centrosinistra - Tutte le forze sono chiamate ad assicurare collaborazione costruttiva. Si dialoga con tutti - aggiunge - ma occorre partire dalla proposta politica vincente del centrodestra, che riguarda sia le esigenze del Paese sia quelle di un vero dialogo europeo, affinché l’Italia non sia isolata. Fronti su cui il PD ha fallito e il M5S non ha proposto nulla». 

«Come accaduto con l’elezione di un eurodeputato di Forza Italia come Antonio Tajani a presidente del Parlamento Ue - conclude Salini - così il nostro Paese può giocare una partita politica nuova in Europa attraverso il centrodestra, nella logica di un europeismo critico ma costruttivo». 


REDAZIONE

L'Informatore - Quotidiano liberale

Organo di informazione dell'Associazione culturale "Civitas"

redazione@informatore.eu

AUTORI

COMMENTI

Non ci sono commenti per questo articolo.