FONDO FORMAZIENDA | 03 Marzo 2017

Una marcia in più per le piccole imprese

Come spiega Rossella Spada, direttore del fondo Formazienda, «la strategia flessibile dei nostri strumenti permette di dare risposte concrete ed efficaci per il grande mondo delle piccole imprese italiane»

di REDAZIONE

Version:1.0 StartHTML:0000000167 EndHTML:0000003977 StartFragment:0000000454 EndFragment:0000003961

Non solo le medie e grandi imprese. Anche le micro e piccole realtà aziendali, che rappresentano il tessuto centrale della nostra economia, devono poter accedere in modo rapido ed efficace al mondo della formazione. Anzi sono proprio le realtà più piccole che, grazie alla formazione, possono superare il gap di competitività che le separa dalle imprese di maggiori dimensioni. Proprio per questo c'è bisogno di una strategia flessibile che si adatti alle loro esigenze.

Una strategia messa in campo in modo sistematica dal fondo Formazienda, il fondo paritetico inteprofessionale che offre strumenti di formazione continua per le aziende, e che ormai da anni registra i trend di crescita più alti a livello nazionale.

Come spiega Rossella Spada, direttore del fondo, il fondamento di tutte le strategie particolari che Formazienda mette in campo sta nel fatto di «mettersi al servizio dei clienti. Finanziamo con rapidità e tempestività i programmi di formazione elaborati dalle aziende per raggiungere i loro target e obbiettivi. Tutto viene calibrato sulla base delle misure, degli standard e delle richieste specifiche delle imprese aderenti al Fondo. E’ possibile candidare piani adatti a qualsiasi dimensione aziendale, dalla micro alla grande, compresi i consorzi d’impresa e le holding».

Sono tre gli strumenti predisposti da Formazienda: il Conto Formazione di Sistema, che permette di emanare avvisi a sportello aperti tutto l’anno; il Conto Formazione Impresa, che punta a soddisfare le medie e grandi imprese; e infine il Conto Formazione di Rete, che interessa invece le imprese legate da vincoli associativi o che perseguono obbiettivi comuni di sviluppo quali holding e consorzi. Le tipologie di finanziamento sono illustrate sul sito del fondo, e facilmente consultabili per tutti.

«Il punto fondamentale è che il mercato è oggi in continua evoluzione. Per una realtà produttiva è indispensabile realizzare azioni di qualificazione, riqualificazione, aggiornamento, adeguamento delle competenze possedute dai lavoratori dipendenti. Ecco perché è necessario che un numero sempre maggiore di aziende attinga alle opportunità offerte dai fondi inteprofessionali, che, non dimentichiamolo, permettono alle aziende di cogliere opportunità lavorative senza alcuna spesa aggiuntiva».

In conclusione, Rossella Spada ricorda che Formazienda è pronta «ad accogliere gli input che arrivano dalle varie realtà, ognuna con finalità e metodologie produttive differenti, rispondendo in modo mirato, rispettando le prerogative caso per caso, agevolando l’accesso al finanziamento dei piani formativi nell’ottica di sviluppare piena sintonia con i nostri associati, abbattendo la burocrazia, avendo come unico obbiettivo l’efficacia e una tempistica compatibile con le sfide ingenti e complesse che oggi il mercato impone a tutti soggetti imprenditoriali».

 


REDAZIONE

L'Informatore - Quotidiano liberale

Organo di informazione dell'Associazione culturale "Civitas"

redazione@informatore.eu

AUTORI

COMMENTI

Non ci sono commenti per questo articolo.